Il MasterShow stellato proposto a Verona in una speciale Christmas Edition con lo chef Emanuele Scarello e il maestro pasticcere Alessandro Servida

Lavezzola (RA), 13 novembre 2018 – È stata un’edizione interamente dedicata alle imminenti festività il Mastershow “La Pasta senza uguali” tenuto ieri al Winter Garden Crowne Plaza di Verona Fiera. Dopo le varie tappe in Italia e all’estero (da ultime Londra e Trento), il format alla seconda stagione nato dalla collaborazione di APCI, Associazione Professionale Cuochi Italiani, con Surgital, ha ospitato lo chef 2 stelle Michelin Emanuele Scarello – Ristorante “Agli Amici”, Udine – e Alessandro Servida – “Alta Pasticceria”, Milano -, membro dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani.

Un binomio perfetto per valorizzare la versatilità d’uso della linea Divine Creazioni®, top di gamma dell’impresa di Lavezzola, caratterizzata da pasta ripiena surgelata con ingredienti D.O.P. combinati in abbinamenti ricercati e racchiusi in una sfoglia preparata con una maggior quantità di uova rispetto alle paste ripiene classiche, diversa nella forma da pezzo a pezzo per conferire ai piatti grande artigianalità.

Un’edizione speciale, una vera e propria Christmas Edition, organizzata per preparare al meglio i menù natalizi con qualche spunto in più, proponendo le Divine Creazioni® in versione salata e dolce. Nel dettaglio, durante l’incontro sono stati utilizzati i Quadrelli di cacao con scorza d’arancia, i Bauletti® con ricotta di pecora e pistacchi di Sicilia, i Tortellini alla moda di Bologna, i Raviolotti con polenta e Montasio D.O.P. e gli Strichetti all’uovo.

Ciliegina sulla torta è stato l’omaggio fatto a tutti i partecipanti: il ricettario “Christmas Carols” autografato dai due prestigiosi docenti con 9 ricette a base di Divine Creazioni® declinate per il menù delle feste.

Mastershow, tappa dopo tappa, diventa l’ideale scenario che disegna una mappa della cultura enogastronomica del nostro Paese espressa nella forma più alta. “Un’idea – spiega Sonia Re, Direttore Generale APCI – nata dalla creatività di chef e ristoratori che ci hanno stimolato a sbirciare al di là delle ricette, portando in primo piano, accanto alla tecnica, la loro sensibilità. Un progetto che viaggia per le diverse regioni, che si avvale di nomi importanti, ma soprattutto di chi ha grandi contenuti da raccontare”.